Grande mostra a Varese

17 February 2017

Per tutti i Varesini e Varesotti e per chi è abbastanza vicino da pensare di organizzarsi per un pomeriggio al lago in combinata, ecco una bellissima occasione. Apre i battenti domani questa bellissima mostra e siete tutti invitati!

Osservatorio Famiglia: priorità al fisco

11 November 2016

Questa settimana ha mosso i suoi primi passi il nuovo Osservatorio della Famiglia. Leggete le dichiarazioni del Ministro Costa su quali saranno le priorità, in questo articolo di   apparso su Avvenire dello scorso 9 novembre:

Si è insediato ieri l’Osservatorio nazionale per la famiglia. Avrà, in stretta correlazione con il ministero preposto, un ruolo spiccatamente propositivo. Ben 36 i membri, una sorta di parlamentino, che si occuperà di tutti gli aspetti inerenti – spiega il ministro degli Affari regionali con delega alla Famiglia Enrico Costa – dalla violenza nell’ambito familiare, alla crisi demografica, della conciliazione fra tempi del lavoro e vita familiare, all’assistenza agli anziani e non autosufficienti, al tribunale della famiglia. Ma soprattutto si occuperà dei temi fiscali».

….leggete il resto dell’articolo su Avvenire.it

Un luogo di educazione all’appartenenza

11 November 2016

Riportiamo un testo di Mons. Luigi Giussani del 1986, che nonostante la data, riteniamo essere di grande attualità e aiuto alle famiglie di oggi. Si tratta di una lezione tenuta a un corso da noi organizzato a Milano dal titolo: Una cultura per la famiglia.

Eccone un piccolo stralcio:

La famiglia è il luogo dell’educazione all’appartenenza.
In essa risulta evidente come la persona fluisca da un antecedente che la trama tutta. Nella famiglia è evidente che l’elemento fondamentale di sviluppo della persona sta nell’appartenenza reciproca, coniugata, di due fattori, l’uomo e la donna.
Ed è nella famiglia che la vera appartenenza si rivela come libertà: l’appartenenza vera è libertà. (…) Il primo aspetto della libertà è affermare un legame, altrimenti uno non cresce perché non assimila più; ma un legame che passa attraverso il momento della responsabilità (…)
La famiglia dunque è il luogo dell’educazione all’appartenenza perché in essa risulta evidente che l’origine dell’uomo è una presenza già esistente e che il suo sviluppo è assicurato dall’appartenenza a due fattori: appartenenza “coniugata”, legame plasmato nella responsabilità. ”

Potete trovare qui il testo integrale della lezione

Più attenzione alle famiglie

27 October 2016

E’ quanto emerge dall’intervista rilasciata dal Ministro Costa al Quotidiano Nazionale.

Allarmati dal continuo calo della natalità in Italia, anche il nostro Governo inizia a guardare oltre i confini alla ricerca di politiche incentivanti che non siano più semplici interventi una tantum, ispirandosi al modello francese. Leggete l’intervista sulla Rassegna Stampa del Forum delle Famiglie

Comunicato Stampa

19 October 2016

Condividiamo pienamente il CS del Forum delle Associazioni Familiari, aggiungendo la nostra preoccupazione per i danni che stanno producendo a scuole e studenti, gli esodi in massa degli insegnanti dalla scuola pubblica paritaria a causa degli aut aut voluti da questa riforma.

BUONA SCUOLA: STIAMO ANCORA ASPETTANDO LE LINEE GUIDA

«I ministri Giannini e Boschi avrebbero dovuto presentare la bozza delle linee guida per l’applicazione della Buona scuola ed in particolare della cosiddetta “Educazione di genere” il 5 luglio scorso, nella riunione del Fonags (il tavolo di confronto tra le associazioni dei genitori che operano nella scuola ed il ministero dell’Istruzione)» spiega Maria Grazia Colombo, vicepresidente del Forum.

«Ma di quel documento le associazioni hanno avuto soltanto una illustrazione verbale e l’impegno di presentarlo formalmente in pochi giorni e comunque entro il mese di luglio.

«Così non è stato. In compenso il ministro Giannini si è impegnato a presentarlo entro il 15 ottobre. Ma anche questa data è trascorsa invano.

«Ad anno scolastico iniziato e con la pianificazione delle attività didattiche in atto siamo molto preoccupati che l’effetto “Buona scuola” privo di adeguate linee guida possa produrre pericolosissime fughe in avanti che del resto già si registrano in molti istituti in giro per l’Italia.

«Ancora una volta» conclude la Colombo «chiediamo al ministro Giannini di stringere i tempi e presentare al più presto il documento».